SETTIMO SIGILLO PER MARTIN AD ARAGON

Inizia a diventare facile, se non addirittura scontato, vedere Jorge Martin in vetta alla classifica dei tempi nelle qualifiche di questo 2017: sette pole position (Qatar, Jerez, Le Mans, Barcellona, Assen, San Marino e Alcañiz), senza contare il miglior tempo del Mugello (con penalità) e dimenticandoci che al Sachsenring e a Brno il numero 88 non era potuto scendere in pista per infortunio.

Numeri da capogiro per il pilota madrileño del Team Del Conca Gresini Moto3, a cui però manca ancora la vittoria, sfiorata in più occasioni e che rimane l’obiettivo dichiarato anche per questo #AragonGP, nel quale oltre a partire davanti a tutti, potrà contare su un ritmo di gara davvero importante.

Il sabato pomeriggio del terzo GP spagnolo della stagione non può dirsi fortunatissimo per Fabio Di Giannantonio che cade a pochi metri dal termine del suo giro lanciato e deve accontentarsi della 14ª posizione nella griglia di domani (Gara Moto3 a partire dalle 11:00 ora locale).

1º – JORGE MARTIN #88
“Ovviamente contento per la pole position pero’ con una sensazione strana perché sinceramente uscivo dai box con l’idea di battere il record della pista e a causa della caduta non ci sono riuscito. Poco male perché l’importante è stato evitare infortuni in quella caduta: andavo forte, forse troppo e ho perso il controllo. Per domani sono fiducioso perché andiamo bene anche con gomma usata, speriamo!”.

14º – FABIO DI GIANNANTONIO #21
“L’ultimo giro stavo andando davvero forte: purtroppo alla 15 un pilota davanti a me è caduto e c’è stata una reazione a catena che non ho potuto evitare. Non mi sono fatto nulla, e va bene così. Peccato perché cadere non è mai una gioia, ma per domani ci siamo. Tocca rimontare, ma è un po’ il nostro pane…”

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.