Quali incentivi per la sostituzione degli infissi 2017

ristrutturazione-casa-2017-incentivi-fiscali-detrazioni-bonus-businessonline-it_1201557Anche nel 2017 sono state confermate le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico, ma per usufruirne c’è tempo solo fino al 31 dicembre. Scopriamo in cosa consistono per approfittarne subito. Vediamo di seguito quali sono le condizioni per usufruire degli incentivi sostituzione infissi.

Sostituzione di infissi in edifici già esistenti
Non è possibile modificare la dimensione degli infissi precedenti (la fonometria deve rimanere invariata).
È obbligatorio, inoltre, aumentare l’efficienza energetica dell’edificio per poter usufruire delle detrazioni.
Gli infissi devono delimitare il perimetro dell’abitazione in cui è presente il riscaldamento.
Infine, i serramenti devono rispettare il valore di trasmittanza previsto dal decreto 26 di Gennaio 2010.

Cosa si può detrarre
Si possono detrarre le seguenti cose: sostituzione infissi (sia finestre che porte finestre); portoncini d’entrata; strutture accessorie come scuri, tapparelle e cassonetti incorporati al serramento; posa dei serramenti.

Importo detratto
Entro il 31 dicembre è possibile richiedere la detrazione del 65% dell’importo totale tra il prodotto finito e il lavoro di posa. Questa somma va divisa nei 10 anni successivi in rate di pari importo e non deve superare i 60.000€.
Nel caso di installazione o sostituzione di porte o porte blindate, non si parla più di Ecobonus al 65%, ma di bonus Ristrutturazione, che consiste nella detrazione Irpef del 50% con tetto massimo, compresi gli altri lavori di ristrutturazione (se presenti), di 96.000€. 
È importante ricordare che le detrazioni non sono cumulabili con altre agevolazioni.
Per la richiesta è fondamentale effettuare i pagamenti in un modo preciso e conservare alcuni documenti. Per non commettere errori scarica qui la guida gratuita sulle detrazioni scritta dagli esperti del settore.

Chi può usufruirne
Tutti i contribuenti residenti e non residenti nel territorio nazionale che possiedono l’immobile in cui vengono sostituiti i serramenti. In particolare: persone fisiche (compresi esercenti ad arti e professioni); contribuenti che conseguono reddito d’impresa; associazioni tra professionisti; enti pubblici; privati che non svolgono attività commerciale.

Da www.blog.chefinestra.it

Per ricevere maggiori informazioni sui nostri serramenti o per richiedere un preventivo clicca qui

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.