MARTIN STRINGE I DENTI AL RIENTRO, DIGGIA PRUDENTE SUL BAGNATO

Conca Gresini impegnato a ritrovare meccanismi e feeling ad un mese dall’ultima uscita stagionale. La prima buona notizia è stata rivedere il box al completo con Jorge Martin rientrante dall’infortunio al malleolo tibiale e finalmente al fianco di Fabio Di Giannantonio.

Ad appena quattro settimane dall’operazione, era difficile immaginare lo spagnolo già in sella alla Honda NSF250RW. Jorge Martin, dopo l’ok medico di ieri, ha deciso di provare oggi nonostante le condizioni bagnate, registrando un totale di 10 giri e un crono già sufficientemente competitivo. Il dolore alla caviglia operata rimane ben presente, e le libere di domani sull’asciutto definiranno le scelte sportive del numero 88 per questo fine settimana ceco.

Discorso diverso per Fabio Di Giannantonio, che nelle condizioni miste di oggi ha girato parecchio (25 giri) per ritrovare un feeling con la moto ancora lontano però. La 21ª posizione odierna non rispecchia ovviamente i valori del pilota italiano che domani cercherà di giocarsi meglio le proprie carte per FP3 e qualifiche, che dovrebbero corrersi in condizioni di pista asciutta.

21º – FABIO DI GIANNANTONIO #21
“Siamo ancora in fase di rientro… È stata una giornata con condizioni diverse e il mio unico obiettivo oggi sinceramente era ritrovare il feeling con la moto che invece è mancato abbastanza soprattutto stamattina. Avendone poco, era fondamentale non cadere, migliorando poco a poco giro dopo giro. Ovviamente non è stato sufficiente, ma è solo venerdì e sono tranquillo”.

31º – JORGE MARTIN #88
“È stata una giornata complicata, sinceramente speravo di sentirmi meglio in sella alla moto, anche se è chiaro che era una possibilità che le cose non andassero perfettamente. Questa mattina ho provato a correre senza antidolorifici per vedere la reale entità del dolore ed è stata dura. Nel pomeriggio, con l’aiuto della clinica mobile, il dolore è diminuito nei primi giri, ma poi a causa di un dolore forte alla tibia ho dovuto fermarmi. In ogni caso sono migliorato 5 secondi rispetto alle fp1 e non ero troppo lontano dai primi. Domani proveremo sull’asciutto e decideremo se correre o meno qualifiche e gara”.

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.