IL TEAM DEL CONCA GRESINI AD ARAGON PER CHIUDERE LA STAGIONE EUROPEA

Ultima tappa europea prima del trittico asiatico per il Team Del Conca Gresini Moto3 con Jorge Martin e Fabio Di Giannantonio che possono puntare in alto ad Aragon, pista gradita da entrambi gli alfieri biancoblu.

Fabio Di Giannantonio, dopo il podio sotto la pioggia di Misano, arriva in Spagna con motivazioni raddoppiate in vista di un finale di stagione nel quale può e deve puntare a consolidare la top5 mondiale, con uno sguardo alle prime tre piazze, con Canet ora lontano 45 lunghezze.
 
L’italiano dovrà fare i conti anche con il compagno di squadra Jorge Martin, attualmente quarto (con 4 punti in più) e che ad Aragon conterà con il tracciato che più si addice alle sue caratteristiche. Il numero 88, vittima di un incidente stradale il passato giovedì, dovrà anche valutare le proprie condizioni fisiche, nonostante gli esami del caso abbiano escluso complicazioni.

Si riparte venerdì a partire dalle 9:00 con le prime libere sulle 17 curve del circuito MotorLand Aragon.

JORGE MARTIN #88
“Aragon è la mia pista preferita, ci sentiamo forti, siamo carichi e siamo pronti. Già con la Mahindra lo scorso anno ero riuscito a stare con i migliori, quindi sono convinto che con la Honda saremo ancora più avanti. A Misano con pista asciutta avremmo sicuramente fatto un gran risultato, quindi andiamo ad in Spagna con ancora più motivazione e voglia di vincere. Sull’incidente della scorsa settimana c’è poco da dire, sono stato fortunato perché è stato un scontro duro e ne sono uscito praticamente illeso”.

FABIO DI GIANNANTONIO #21
“Lo scorso anno abbiamo fatto una bella gara, giocandocela con i migliori della classifica e chiudendo appena fuori dal podio. L’idea sarebbe copiare un po’ il fine settimana 2016, magari con un occhio alla classifica generale per sperare di recuperare qualche posizione. La pista di Aragon mi piace molto, tanti sali-scendi e un bel layout, speriamo porti bene”.

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.