Compravendite di abitazioni: in aumento del 18,9% nel 2016

compra-vendita-immobiliNel 2016 il mercato immobiliare conferma segni di ripresa. Infatti le compravendite di abitazioni in Italia sono in salita per il terzo anno consecutivo, con un aumento del 18,9%, dopo il +6,5% di compravendite nel 2015 e il +3,5% nel 2014, arrivando a circa 534mila abitazioni acquistate. In ripresa anche il valore complessivo delle compravendite, che è passato dai 76 agli 89 miliardi di euro.
È quanto emerge dai dati del Rapporto immobiliare residenziale 2017, lo studio condotto dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Abi (Associazione Bancaria Italiana).
L’analisi condotta nel dettaglio dei comuni capoluoghi e non capoluoghi mostra come la crescita complessiva, osservata a livello nazionale, sia sostanzialmente analoga, con i comuni non capoluogo che presentano un rialzo lievemente più alto delle compravendite nei capoluoghi, +19,1% rispetto +18,4%. Tra le diverse aree del paese, i capoluoghi nelle aree del Nord Ovest e del Nord Est presentano l’incremento più elevato che raggiunge un tasso di rialzo del 23%. I capoluoghi del Centro e i non capoluoghi delle Isole sono gli ambiti dove la crescita, seppure a doppia cifra, rimane sotto il 14%.
L’analisi dell’andamento delle compravendite nel dettaglio delle regioni italiane mostra una ripresa generalizzata, con tassi, nella maggior parte dei casi, più accentuati di quello registrato a livello medio nazionale. La Lombardia, che da sola rappresenta circa un quinto dell’intero mercato nazionale, mostra un rialzo 21,1%.
Tra le regioni più dinamiche, mostrano un decisa crescita dei volumi di compravendite di abitazioni il Veneto (+23,1%), la Toscana (+20,0%), l’Emilia-Romagna (+22,8%), il Piemonte (+22,8%). Seppure con un peso minore sul volume di scambio nazionale, buoni risultati si riscontrano in Liguria (+23,8%), Sardegna (+18,2%), Friuli-Venezia Giulia (+18,8%) e Valle d’Aosta (+24,6%). Più contenuto è il rialzo nel Lazio (+13,2%) che con oltre 55mila scambi di abitazioni nel 2016, rappresenta il 10% circa del totale degli scambi sul territorio nazionale.
Il Molise (+7,8%) e la Calabria (+10,8%) sono le regioni dove il mercato delle abitazioni nel 2016 cresce meno rispetto al 2015.
La superficie media per unità abitativa compravenduta è pari a 106,6 mq. Rispetto al 2015, a livello nazionale la superficie compravenduta è aumentata del 19,8%, incremento più elevato di quello delle unità abitative. Le abitazioni sono mediamente più piccole nei capoluoghi, 99,8 mq, rispetto ai poco più di 110 mq delle abitazioni ubicate nei comuni non capoluoghi.
Elaborato dall’Ufficio Studi Abi secondo le prassi metodologiche di matrice anglosassone, l’indice di affordability sintetizza l’analisi dei vari fattori (reddito disponibile, prezzi delle case, andamento, tassi di interesse sui mutui) che influenzano la possibilità per le famiglie di comprare casa indebitandosi e ne descrive l’andamento. Nel 2016 l’indice ha continuato nel suo trend positivo, registrando un significativo miglioramento che nel secondo semestre dell’anno lo ha portato a stabilire il nuovo massimo storico; secondo le proiezioni mensili, a marzo del 2017 l’indice si sarebbe stabilizzato su valori di fine anno scorso.

www.portefinestrenews.it

Per ricevere maggiori informazioni sui nostri serramenti o per richiedere un preventivo clicca qui

 

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.