Campagna elettorale, il Pdl torna alla carica per il condono edilizio.

Il governatore Caldoro: “Garantire ai cittadini campani lo stesso diritto degli altri cittadini italiani che hanno usufruito della legge del 2003”


condono edilizioIn vista delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio il Pdl campano torna all’attacco sul condono edilizio.

La proposta del condono per gli abusi edilizi realizzati in Campania è sostenuta tra l’altro da Gennaro Nocera, capogruppo in Consiglio regionale del Popolo della Libertà, e da Mara Carfagna, coordinatrice del Pdl nella provincia di Salerno.

“Occorre rimuovere l’ingiustizia, è un dovere morale dal quale la classe politica campana non può più esimersi nell’affrontare”, dichiara Nocera. In caso di vittoria alle prossime elezioni, ha annunciato la Carfagna, una delle priorità sarà proprio il condono edilizio che però “riguarderà i casi di necessità e sicuramente non gli abusi sul demanio e sulla costa”.

Caldoro favorevole al condono

La proposta è appoggiata anche dal presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, secondo il quale il condono è necessario per “garantire ai cittadini campani lo stesso diritto degli altri cittadini italiani che hanno usufruito della legge del 2003“.

In Campania, ricorda Caldoro, “i cittadini non hanno usufruito di una legge nazionale, giusta o non giusta, per una scelta della precedente giunta di non consentire quel condono nel proprio territorio. La Corte Costituzionale ha bocciato quella scelta, con una prescrizione con la quale si dice che occorre legiferare a riguardo per garantire parità di trattamento”.

Il governatore campano reclama solamente “il diritto negato nel 2003, non un’occasione di allargamento della platea dei beneficiari”. Nella legge del 2003 “c’era già l’esclusione di alcune aree e in quel caso nessuno può pensare di ampliare aree. La responsabilità dell’accertamento e delle domande fatte nei termini previsti da quella legge è dei Comuni. Le Amministrazioni sanno qual è il bene che può essere condonato”.

da www.casaeclima.com

Comments are closed.