BUONE SENSAZIONI PER MARTIN E DIGGIA NEL VENERDÌ DI ARAGON

Prima giornata di prove libere conclusa presso il MotorLand Aragon per la classe cadetta, con il Team Del Conca Gresini Moto3 che ha chiuso con buone sensazioni una giornata complicata, soprattutto a livello meteo.

Jorge Martin, sempre in fase di totale recupero dall’infortunio del Sachsenring e con un incidente in bicicletta la scorsa settimana mentre si allenava ad Andorra, aveva bisogno di testare le proprie condizioni sul tracciato aragonese. Le risposte sono state positive: poco dolore, fatta eccezione per qualche problema alla schiena, e tempi sul giro già competitivi. Lo spagnolo numero 88 ha infatti completato appena 17 giri oggi, trovando il quinto tempo assoluto (1’59.429) a tre decimi dal miglior crono.
 
Giornata positiva anche per Fabio Di Giannantonio che dopo il podio di casa, vuole migliorare il risultato dello scorso anno qui ad Aragon quando fu 4º. L’anteriore rimane un punto a rivedere nella messa a punto della sua Honda NSF250RW numero 21, ma ci sarà l’intero sabato per trovare un miglior feeling e preparare la gara di domenica.
 
Si riprende domani, sabato con le fp3 alle 9:00 e le qualifiche, come sempre, alle 12:35 ora locale.

5º – JORGE MARTIN #88
“Come spesso accade trovo subito un buon feeling con la mia moto e quindi non posso che essere soddisfatto. Ho provato l’opzioni di gomma morbida, ma non mi è piaciuta e quando stavo per fare il miglior tempo nel pomeriggio sono uscito di pista. In solitaria sono stato rapido e credo che siamo già pronti per la gara. Fisicamente in moto sto bene, anche se la schiena un po’ risente della caduta della scorsa settimana. Ad ogni modo non ci saranno problemi per la gara”.

13º – FABIO DI GIANNANTONIO #21
“Stamattina è andata abbastanza bene anche se c’è del lavoro da fare. Il punto da migliorare è ancora l’anteriore. Soffro soprattutto in staccata. Sul posteriore c’era poco grip, ma credo sia dovuto più alle condizioni della pista oggi che ad altro. Nel pomeriggio è stato un turno inutile perché la pista era in buone condizioni, ma non perfette per girare in 1’57. Domani speriamo nel bel tempo e daremo più gas”.

Condividi su:
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Comments are closed.